16 maggio, 2012

prospettive


ho la testa confusa,
dì,
sono ormai vecchio e in pensione.
nessun posto è casa e in questa testa,
nessun amore è definitivo,
ho perso tutte le risposte e mi rimangono solo domande tra capo e collo.
non vivo più il presente pensando al futuro,
in ogni dubbio mi sento al sicuro e se il problema non sussiste,
inutile dire che me lo creo con sommo gusto.
non rido e non credo più in niente,
ho smesso coi giochi [di fantasia]
e anelo i pessimi consigli della solitudine;
ogni goccia di pioggia lascia un'effigie su questa pelle stanca
e ancora perdo le mie notti
a guardare le stelle
nella bramosia di cogliere il momento in cui la più attempata
estinguerà.






04 maggio, 2012

the river


frattanto che la serranda fracassa il mio passo,
sento un bisogno altero di pisciare,
ho sentito spesso parlare di quest'asilo,
stasera ci sono pure quei quattro coglioni del Big,
con le sventolone tutte cosce,
epidermide dicono,
è quella che ti fa salire il sangue al cervello,
qui all'asilo ci sono tre tipi fuori di sesto,
qui mi sa che la faccio all'asilo,
no,
un'isolato e sono a casa,
l'hanno poi tappato quel tubo che perdeva petrolio nel Golfo del Messico?
ma non c'è un cazzo di nessuno stasera al big!,
finita la festa?
dio fa devo pisciare.
il marciapiede sembra intenzionalmente frappore tra me e il cesso una galassia,
svolto l'angolo,
probabilmente quello che deglutisco è piscio,
mancano 500 metri,
ma la salma di Mike Bongiorno, invece?
sembra che non abbiano neanche chiesto un riscatto,
così mi resta sfitto
100 metri,
non mi sorprenderei a questo punto di adacquare urina dalle narici,
50 metri,
è giunto il momento delle chiavi,
questa no,
questa,
maniglia,
ottone,
serratura.
scale o ascensore?
speriamo che l'ascensore sia al piano o mi toccano le scale,
3o piano ascensore,
lo prendo,
non capisco perché l'ascensore,
almeno con le scale mi tenevo occupato,
piango lacrime di piscio aspettando l'ascensore.
ultimo piano per il signorino,
gradisce un pappagallo nell'attesa?
no grazie,
faccio a casa.
l'ascensore vibra,
chiave numero 1,
lunga,
rivolta verso l'alto,
pomello,
toppa,
sento l'urina entrarmi in circolo nelle vene,
chiave numero 2,
corta,
interruttore,
giubbotto nella vasca,
cintura di castità,
AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!