01 luglio, 2009

negligenza politica, corruzione, evasione fiscale, furto e appannaggio dell'informazione, precariato di massa [...]

Alla luce dei fatti recentemente accaduti
e del volgere della condizione nazionale,
l'Italia,
unita per la prima volta nella storia,
stanca e incazzata,
si dichiara in sciopero.
Vista la totale indifferenza e lo sfruttamento nei nostri confronti,
l'intera nazione ha di comune accordo deciso di fermarsi per farsi ascoltare
fino alla creazione di un nuovo governo e un nuovo stato
fondato dal popolo per il popolo:
il nostro, è un potere più forte del vostro.
Vi consigliamo vivamente di tenere le orecchie ben aperte.