17 luglio, 2008

Dopo la terza grande guerra la Terra divenne il caos.


La decisione di un ritorno alle origini
venne presa non appena si rese conto di essere terribilmente invecchiata,
ma soprattutto
stanca.di tutto questo zelo.
L'odore pungente dell'erba bagnata,
lo smog soffocante di città,
e l'assordante rumore degli alberi e della vita
pulsava nelle arterie di un mondo giovane e forte,
non vecchio e stanco come questa terra sequestrata da sassi e sabbie.
Dai monti alle foreste, le città,
tutto divenne polvere e roccia,
e da qualche parte, in quel deserto,
un ombra della notte stava indossando giacca e pantaloni in pelle nera;
con pazienza e accuratamente, chiudendo ogni singolo bottone e zip.
Con decisione montò sulla 2ruote,
infilò il casco e partì.
Le lune scintillavano con la violenza di uno sguardo che invola l'anima al buio.
Specie di questi tempi,
di
"beach" harley non se ne vedono spesso in giro,
e questa
era nera come l'ebano.

05 luglio, 2008

se la contendono tra sesso e un piccolopoco di ultraviolenza

non esiste niente di più divertente del buon vecchio uno-due.

molto cinebrivido.

eravamo seduti lì, cioè io, cioè Simon, cioè Dinamo, cioè Ludwig
mentre di tra i vetri fumavamo le nostre dolci cancerose
e via, molto cinebrivido, ci arrovellavamo il gulliver di su come deliziare la nuova nash-nottata.